Ciò che non fila, racconta

” Non tutti i fili nelle arti tessili vengono utilizzati per creare manufatti; a volte possiamo utilizzarli per raccontare una storia.
Forse una parte delle nostra storia.”
 
Il 6 e l’8 ottobre, nel quadro di Psicologia Umbria Festival, Francesca Romana Innocenzi propone due distinti laboratori teorico esperienziali, a Foligno. 
 
 
Nel lavoro di psicologa, Francesca Romana Innocenzi ha deciso di usare metafore legate al mondo del tessile. “Riprendere il filo, districare i nodi, ricucire legami, trovare il bandolo della matassa, sono tutte simbologie che utilizzo durante gli incontri per favorire l’espressione di sé e per aumentare il benessere psicologico.”

Giovedì 6, a partire dalle 17,45 presso  L’Harem del Filo si svolge Ciò che non fila, racconta, workshop della durata di due ore
 
Sabato 8, dalle 14,30 alle 16,30 I sew so I don’t kill people si tiene Rintracciare un filo, laboratorio della durata di due ore.
 
Partecipazione gratuita, su prenotazione, contattando il 339 351 7155

L’Harem del Filo, Largo Marchisiello, 1 – Ponte San Magno, Foligno

 I sew so I don’t kill people, Via Giuseppe Mazzini, 38, Foligno

arte tessile, arteterapia, psicologia

Lascia un commento


Copyright © tessereAmano 2011. All Rights Reserved. Codice Fiscale 94097350485 - Design by CaliAgency

X