Diana Vreeland after Diana Vreeland

Diana Vreeland fotografata da Richard Avedon

La mostra Diana Vreeland After Diana Vreeland, curata da Judith Clark  e Maria Luisa Frisa, è la prima grande mostra – dopo la retrospettiva curata da Richard Martin e Harold Koda nel 1993 al Metropolitan – che riflette sulla complessità del lavoro della Vreeland, individuando gli elementi della sua grammatica. In questa direzione il titolo sta ad indicare la necessità oggi di decontestualizzare i pezzi che compongono la sua caleidoscopica carriera per riconnetterli in una nuova lettura interpretativa. La mostra cerca di restituire il magnifico incedere con cui la Vreeland ha attraversato la moda del Novecento prima negli anni di “Harper’s Bazaar” e “Vogue” poi nel suo ruolo di special consultant per il Costume Institute del Metropolitan Museum of Art di New York: non solo un percorsofra gli abiti più rappresentativi che hanno animato le mostre realizzate da Vreeland al Met, ma una vera e propria riflessione sul contributo museografico di Diana Vreeland alle mostre di moda e al fashion curating.

Costumi fotografati da Keith Trumbo

La Mostra non si limita a mettere in scena i vestiti, ma mette in cortocircuito il tempo, gli oggetti e la loro aura, esplicitando come la moda sia un fenomeno complesso e un dispositivo potente per interpretare gusti e tendenze del tempo. A Palazzo Fortuny, per la prima volta in Italia, si potranno ammirare abiti che appartengono alla storia della moda, preziosi esemplari che hanno segnato la moda novecentesca provenienti da Musei e da prestigiose collezioni private e archivi aziendali.
Saranno inoltre in mostra i numeri di “Harper’s Bazaar” e “Vogue” cataloghi  libri usciti in occasione delle mostre curate da lei e che riflettono la capacità di Diana Vreeland di intercettare e anticipare gusti e tendenze: “style guru”, appunto come l’ha definita Suzy Menkes in un articolo del 1997. (tratto dalla scheda di presentazione della mostra).

Diana Vreeland after Diana Vreeland Venezia Palazzo Fortuny S.Marco San Luca
10 Marzo – 25 giugno 2012 DianaVreeland.com www.visitmuve.it

Diana Vreeland, moda, mostre, Museo di Palazzo Fortuny


Gianpaolo Dal Maso

Ho lavorato nel settore pubblico: Sanità e Servizi Socio sanitari e sono in pensione da maggio 2011, tesso dal 2000 ed ho seguito corsi di tessitura con Sabrina Pandin e Paola Besana, di arazzo con Wanda Casaril e Patrizia Polese, di feltro con Eva Basile, Ruth Baumer, Seraina Rizzardini, Cristiana Di Nardo. Sono membro del direttivo del Coordinamento Tessitori e faccio parte della redazione nella rivista TessereAmano Partecipo al Gruppo per la tessitura a mano di Bassano.

Lascia un commento


Copyright © tessereAmano 2011. All Rights Reserved. Codice Fiscale 94097350485 - Design by CaliAgency

Open chat
X